Mon. May 23rd, 2022

Mentre i manager del fantasy football della dinastia guardano al Draft NFL, Purdue WR David Bell si è affermato come un nome da ricordare per il 2022. Dopo una carriera collegiale di successo, quali sono i punti di forza di Bell, ci sono delle preoccupazioni e quali punti di atterraggio sarebbero l’ideale per il suo valore della dinastia nel 2022 e oltre?

Il profilo fantasy di David Bell

La scorsa stagione, cosa ne pensi di Rashod Bateman? Per me, ha fatto tutto bene ed è stato uno dei ricevitori più pronti per i professionisti. Non c’era un singolo tratto d’élite: era solo molto bravo in tutte le abilità critiche richieste per essere un ricevitore di calibro NFL. Questo è David Bell quest’anno.

Da tre anni titolare alla Purdue, Bell è stato produttore in tutti e tre gli anni e ha lasciato il segno in West Lafayette fin dall’inizio. Ha ottenuto 86 ricezioni per 1.035 yard e 7 touchdown da vera matricola.

A causa del pasticcio che è stato la stagione dei Big Ten 2020, Bell e i Boilermakers hanno giocato solo in sei partite. Detto questo, le sue statistiche saltano ancora fuori dalla pagina. In quelle sei partite, Bell ha avuto 53 ricezioni su 77 bersagli per 625 yard e 8 TD. È assurdo.

Anche nel 2021 non è cambiato nulla. In 11 partite, il 6’2″, 210 libbre junior ha registrato 93 ricezioni su 133 bersagli per 1.275 yard e 6 punteggi. Nelle sue 29 partite a Purdue, Bell ha avuto una media per partita di 11,6 bersagli, 8 ricezioni, 101,2 yard e 0,72 touchdown. Ha rappresentato il 25,7% delle ricezioni. Questi sono numeri inauditi, non solo per una stagione, ma per più anni, nonostante abbia un QB piuttosto scarso che lo supporta.

Bell si proietta come un prototipo di ricevitore X nella NFL o come Z (se dovesse atterrare in una squadra con un’opzione n. 1 già stabilita). La domanda circonda il suo soffitto.

Bell sembra cadere in bozze finte, suggerendo che la NFL non è così rialzista su di lui come lo sono io. Sono stato un grande fan di Bell for Dynasty per un po’ di tempo, e quella fiducia non ha vacillato. Bell è una scelta borderline al primo turno nei draft da rookie della dinastia 2022.

Punti di forza

Bell è un tecnico di rotta. Non c’è davvero un percorso che non possa eseguire bene, e non solo con competenza, ma con sfumature. I suoi percorsi sono carichi di falsi alla testa, doppie mosse, jab step, balbuzie e rollio delle spalle. Lo chiami, Bell può farlo.

Quelle rotte e quella consapevolezza cognitiva gli hanno permesso di vincere nella copertura a uomo oa zona a tutti e tre i livelli del campo per tutta la sua carriera collegiale. C’era una ragione per cui Purdue cercava di fabbricare dei tocchi per lui.

È quello che fa Bell nel punto di cattura che ti lascia scuotere la testa e la mascella sul pavimento. Ciò che Bell può fare quando si adatta alla palla è semplicemente ipnotizzante. Guarda alcuni dei suoi nastri contro Indiana (2019) e Notre Dame (2021) e capirai esattamente cosa intendo. Bell non solo ha un solido raggio di cattura, ma lo espande in base alle sue regolazioni a mezz’aria. Alla presa stringe la palla ed è sicuro delle sue mani.

Bell non è un velocista, ma sa come ottenere la separazione a tutti e tre i livelli del gioco. Ha un pacchetto di rilascio vario e vario che si fonde con i suoi percorsi. Non ci sono molti buchi nel suo gioco. C’è anche un motivo per cui i confronti con Bateman vengono così facilmente. Bell sarà la scelta preferita di molti manager fantasy nel 2022. Era uno dei miei giocatori preferiti quando è iniziato questo ciclo e rimane tale dopo aver valutato il suo film.

Debolezze

Bell probabilmente non sarà mai un giocatore tipo Justin Jefferson. Non si proietta come una minaccia verticale e le sue giocate a pezzi sono nate da doppie mosse, non da velocità grezza. C’è più fluidità che subitaneità. Anche se credo che massimizzi ciò che ottiene dopo la cattura, non è dovuto alla velocità incredibile.

Forse posso sminuire il suo blocco in campo, ma se devo scavare fino a questo punto, è abbastanza chiaro che Bell è bravo. La preoccupazione per Bell è la mancanza di un tetto dovuto ai suoi tratti atletici e alla visione percepita di lui nella NFL. Come probabile scelta del secondo o addirittura del terzo round, non è chiaro se Bell sarà un ricevitore perimetrale, in stile possesso o si muoverà verso lo slot. Data l’incertezza, ci sono alcuni rischi. Tuttavia, sono ancora in Bell come prospettiva della dinastia.

La storia degli infortuni di Bell

Bell è stato scosso più volte mentre era a Purdue a causa del suo QB che lo metteva in pericolo. Uno di questi è arrivato contro Notre Dame lo scorso anno, quando Bell è stato portato fuori dal campo a causa di una commozione cerebrale e inserito nel protocollo. Avrebbe saltato la prossima partita. Non è che Bell abbia una propensione per le ferite alla testa, si è appena acceso in una commedia spaventosa.

A parte quel momento, Bell ha un buono stato di salute. Anche se è stato sbattuto a terra (dato che era contro la Northwestern), non importava: usciva comunque e giocava. Non ci sono bandiere rosse.

I migliori punti di atterraggio per il valore della dinastia di Bell

Con le bozze della dinastia del 2022 all’orizzonte, dove potrebbe atterrare Bell e come trarrebbe beneficio dalla fantasia?

Texani di Houston

I texani sono una squadra che ha bisogno di aiuto in tutto il roster, ricevitore compreso. Mentre Brandin Cooks è a prova di QB, ci sono domande per il resto del grafico di profondità. Nico Collins ha mostrato risultati promettenti e ha il profilo atletico su cui costruire, ma ha solo bisogno di mostrarlo sul campo.

Sembrano all-in nel dare a Davis Mills una possibilità legittima per essere un QB titolare della NFL. In tal caso, devono assicurarsi che abbia obiettivi sufficienti per facilitare la sua crescita. Con Cooks e Collins nel roster, Bell non avrebbe avuto bisogno di entrare in un ruolo sostanziale dal salto. Invece, può sviluppare i suoi tratti e diventare un ricevitore versatile più posizionale. Data la probabilità di script di gioco negativi, Bell potrebbe essere un giocatore impegnato.

Puledri di Indianapolis

È stato menzionato più volte che i Colts devono affrontare la posizione del ricevitore. Hanno un legittimo numero 1 in Michael Pittman Jr. Con il modo in cui Matt Ryan si è storicamente bloccato su un obiettivo singolare durante la sua carriera, Pittman ha i primi 12 vantaggi per il 2022 nel fantasy.

Al di là di lui ci sono altre domande. Parris Campbell non può rimanere in salute, Mike Strachan è stato un settimo rounder la scorsa stagione, Ashton Dulin è un jolly e il nome più riconoscibile è Keke Coutee.

I Colts sarebbero stati intimamente consapevoli di Bell mentre giocava al suo ballo del college in fondo alla strada a Purdue a West Lafayette. Hanno visto i momenti salienti del telegiornale locale, per aver gridato ad alta voce.

A Bell non verrebbe chiesto di essere il numero 2, ma potrebbe giocare alla Z, il che è in linea con il suo profilo poiché ci sono domande sul fatto che possa effettivamente giocare alla slot. È uno dei migliori tracker di palla e ha probabilmente il miglior controllo del corpo della classe. Aggiungere Bell è un modo rapido per rendere la vita di Ryan molto più semplice.

Atlanta Falcons

Ci sono tanti modi per dire che Atlanta ha bisogno di aiuto. Questo vale per ogni posizione tranne il tight end, dove Kyle Pitts è destinato a dominare nell’anno 2. Al ricevitore, è una storia diversa. Calvin Ridley ha scommesso il suo futuro, Russell Gage è a Tampa e la classifica di profondità assomiglia a Olamide Zaccheaus, Damiere Byrd, KhaDarel Hodge, Auden Tate e alcuni ragazzi che difficilmente usciranno dal campo.

Bell avrà la possibilità istantanea di dimostrare di essere un obiettivo top in grado, qualcosa che attualmente manca ai Falcons. È una delle poche squadre in cui Bell potrebbe entrare in un ruolo con il 20+% degli obiettivi che si fanno strada da rookie. Anche se la comunità sembra essere disposta su di lui nel suo insieme, la potenziale opportunità del punto di atterraggio dovrebbe farlo salire di livello.

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.