Mon. May 23rd, 2022

In onore di venerdì 13, facciamo un viaggio negli annali di football universitario storia per far risorgere le difese più spaventose dal 2000. In ordine cronologico, abbiamo prodotto l’elenco con le statistiche, il numero di giocatori arruolati e i vincitori dei premi presi in considerazione. Sebbene molte delle unità difensive fossero facili da includere, ci furono alcune decisioni difficili.

Usare il 2000 come limite ci permette di riconoscere le migliori difese di questo secolo senza tralasciare i membri del 1900. Forse dovrebbe venire dopo una lista che includa solo squadre prima del 2000…

Nota del redattore: i giocatori draftati includono solo quelli sulla tabella di profondità a due profondità

Bulldog della Georgia – 2021

Disco: 14-1 | Cantieri consentiti/Gioco: 279.1 (3°) | Punti Consentiti/Gioco: 10.4 (1°) | Giocatori draftati: 8 | chiusure: 3 | Vincitori del premio: Jordan Davis (Outland, Bednarik), Nakobe Dean (Butkus)

Potrebbe non essere Crystal Lake, ma l’anno scorso Atene, in Georgia, è stato uno dei posti più spaventosi in cui trovarsi per le offese avversarie. Per puro talento NFL, l’iterazione del 2021 della difesa dei Bulldogs è stata stupida. Travon Walker (n. 1), Jordan Davis (n. 14), Quay Walker (n. 22), Devonte Wyatt (n. 28), Lewis Cine (n. 32), Nakobe Dean (n. 83), Channing Tindall (n. 102) e Derion Kendrick (n. 212) sono stati tutti selezionati nel Draft NFL 2022.

Quell’equipaggio costellato di stelle consentiva solo 4,1 yard per gioco (secondo meno) e 15,2 primi down per partita (terzo). Non hanno nemmeno raggiunto la media di un touchdown consentito per partita (0,9), l’unica unità a farlo dal 2012. La Georgia ha battuto le scuole che avrebbero dovuto avere, ma hanno anche tenuto il numero 14 Clemson (3), il numero 21 dell’Arkansas (0), n. 18 Kentucky (13) e n. 3 Michigan a meno di 15 punti.

In effetti, lo hanno consentito solo due volte durante l’anno. Il primo è arrivato con una sconfitta – l’unica della stagione – contro l’Alabama nel campionato SEC (41-24). Il successivo è arrivato nella loro rivincita nel campionato nazionale, battendo Bryce Young and Co. 33-18.

Clemson Tigers – 2018

Disco: 15-0 | Cantieri consentiti/Gioco: 294.7 (4°) | Punti Consentiti/Gioco: 13.6 (1°) | Giocatori draftati: 8 | chiusure: 0 | Vincitori del premio: Clelin Ferrell (Ted Hendricks), Isaiah Simmons (Butkus)

I Power Rangers erano in pieno vigore nel 2018. Clelin Ferrell, Austin Bryant, Christian Wilkins e Dexter Lawrence hanno reso la vita un inferno per i backfield avversari. Mentre stavano tormentando le offese in attacco, Isaiah Simmons, Trayvon Mullen, AJ Terrell e K’Von Wallace stavano applicando una no-fly zone. Potrebbero non aver lanciato uno shutout, ma hanno concesso oltre 20 punti (quattro) in meno rispetto a meno di 10 (sette).

Hai bisogno di altri numeri per stuzzicare la tua fantasia? Clemson ha consentito un tasso di completamento del 53,4 (10° più basso) e un tasso di conversione del 27,9 terzo (quinto). Reati combattuto per spostare la palla lungo il campo. I Tigers si sono occupati degli affari anche nei playoff, battendo Notre Dame 30-3 in semifinale e scalzando l’Alabama 44-16 nel campionato nazionale.

Seminoles dello stato della Florida – 2013

Disco: 14-0 | Cantieri consentiti/Gioco: 270,8 (3°) | Punti Consentiti/Gioco: 11.1 (1°) | Giocatori draftati: 9 | chiusure: 1 | Vincitori del premio: Nessuno

Tutti ricordano l’attacco esplosivo della Florida State Seminoles del 2013 con Jameis Winston al centro, ma il talento difensivo non è mancato. I primi sette comprendevano i futuri NFLers Eddie Goldman, Mario Edwards, Timmy Jernigan, Christian Jones, Terrance Smith e Telvin Smith. Ma il secondario è stato probabilmente ancora più impressionante con Lamarcus Joyner, Ronald Darby, Terrence Brooks, PJ Williams e, naturalmente, una vera matricola Jalen Ramsey.

Hanno subito solo più di 14 punti due volte in 14 partite. Ciò include una vittoria per 51-14 sul settimo in classifica Clemson, una vittoria per 41-14 contro Miami, terza in classifica, e una chiusura per 63-0 del Maryland, 25 in classifica.

I Seminoles hanno raggiunto il loro incontro più duro dell’anno: un incontro di campionato nazionale contro gli Auburn Tigers. La difesa ha perso 31 punti ma ha resistito per il terzo campionato nazionale della Florida State nella storia della scuola.

Marea cremisi dell’Alabama – 2011

Disco: 12-1 | Cantieri consentiti/Gioco: 177.6 (1°) | Punti Consentiti/Gioco: 7.7 (1°) | Giocatori draftati: 12 | chiusure: 3 | Vincitori del premio: Nessuno

Scegli quasi tutte le difese dell’Alabama e potrebbero fare questa lista. 2009, 2012, 2015, 2016, l’elenco continua. Nick Saban ha trasformato Tuscaloosa in Titletown e quel successo ha permeato tutta la classifica di profondità anno dopo anno della squadra. Ma probabilmente, la migliore unità difensiva dell’Alabama è arrivata nel 2011.

Non solo erano i primi a passare yard, yard di corsa, yard totali e punti consentiti per partita, ma possedevano anche il massimo dei voti in yard per gioco consentite (3,0), primi down dell’avversario per partita (10,4) e terzo down dell’avversario tasso di conversione (25%). In verità, nomina qualsiasi statistica difensiva della squadra e l’Alabama era probabilmente il primo o almeno tra i primi cinque.

Ciò che lo rende più impressionante è che il Crimson Tide lo ha fatto in una divisione SEC West che possedeva tre programmi tra i primi cinque classificati. L’unica sconfitta dell’Alabama è arrivata contro la numero 1 della LSU ai tempi supplementari, ma la difesa ha mantenuto la sua fine dell’accordo con un barnburner 9-6. Tuttavia, si sono vendicati nel BCS National Championship, battendo i Tigers 21-0.

L’unità ha sfoggiato tre difensori al primo turno nel Draft NFL 2012 (Mark Barron, Dre Kirkpatrick e Dont’a Hightower), così come un altro nel 2013 (Dee Milliner) e nel 2014 (CJ Mosley). In ogni caso, la difesa dell’Alabama nel 2011 è stata una delle più spaventose nella storia del football universitario.

Nebraska Cornhuskers – 2009

Disco: 10-4 | Cantieri consentiti/Gioco: 271,7 (7°) | Punti Consentiti/Gioco: 10.4 (1°) | Giocatori draftati: 8 | chiusure: 2 | Vincitori del premio: Ndamukong Suh (Bednarik, Nagurski, Outland, Lombardi)

Ci sono più giocatori della difesa del Nebraska 2009 da mettere in evidenza, ma Ndamukong Suh probabilmente fa venire i brividi anche alla spina dorsale di Jason Voorhees. Il 6’4″, 300 libbre DT penetrava regolarmente nei backfield, accumulando 24 contrasti per perdita e 12 sacchi. Era il più vicino possibile all’inarrestabile, tirando fuori i linemen offensivi in ​​rotta verso una delle stagioni più decorate nella storia della CFB.

La difesa dei Cornhuskers potrebbe aver ruotato attorno a un singolo giocatore, ma il resto dell’unità era in piedi. Un secondario guidato dal principe Amukamara, Larry Asante e Alfonzo Dennard è stato in grado di giocare liberamente con Suh e compagni che hanno scatenato il caos in attacco. Un record di 10-4 non è poi così impressionante, ma l’attacco è stato mediocre. Tuttavia, il Nebraska ha dominato l’Arizona 33-0 nell’Holiday Bowl e ha quasi battuto il secondo classificato campione nazionale del Texas 13-12 nella partita per il titolo Big 12.

Trojan USC – 2008

Disco: 12-1 | Cantieri consentiti/Gioco: 221.8 (2°) | Punti Consentiti/Gioco: 9 (1°) | Giocatori draftati: 13 | chiusure: 3 | Vincitori del premio: Rey Maualuga (Bednarik)

Sotto la tutela di Pete Carroll, la USC ha prosperato a metà degli anni 2000. Eppure, il 2008 ha visto i Trojan schierare una delle difese più spaventose nella storia del football universitario. Con tre linebacker selezionati tra le prime 40 scelte (Clay Matthews, Brian Cushing e Rey Maualuga), è sicuro dire che il secondo livello della difesa è stato il migliore possibile. L’unica sconfitta della USC è arrivata per mano dello stato dell’Oregon n. In totale, i Trojan hanno rinunciato a più di 10 punti solo tre volte in 13 gare.

Con Fili Moala, Everson Griffin e Kyle Moore che si precipitano sui passanti, il suddetto drago a tre teste che pattuglia in mezzo al campo e Shareece Wright, Cary Harris, Kevin Ellison e la sicura Taylor Mays che posano il legno alla presa punto, non sorprende che l’USC abbia concesso solo 134,4 yard di passaggio a partita, 20 in meno rispetto alla squadra più vicina.

Tigri della LSU – 2003

Disco: 13-1 | Cantieri consentiti/Gioco: 255,4 (1°) | Punti Consentiti/Gioco: 11 (1°) | Giocatori draftati: 8 | chiusure: 0 | Vincitori del premio: Nessuno

Se non fosse stato per quella squadra dell’Alabama del 2011, la difesa della LSU sarebbe stata la vetta della montagna quell’anno. Tyrann Mathieu, Mo Claiborne ed Eric Reid hanno reso il lancio della palla un lavoro ingrato. Indipendentemente da ciò, la versione 2003 dei Tigers (l’ennesima squadra guidata da Nick Saban) ha rivaleggiato con quel successo. Potrebbero non aver tenuto una squadra a zero punti, ma hanno concesso solo più di 14 una volta.

Con cinque titolari che saranno presto arruolati, i Tigers hanno registrato una percentuale di completamento contro 44,7 (secondi), una media di yard per gioco di 4 (primi) e hanno perso solo 13,6 primi down per gara (prima in parità).

La LSU ha raggiunto un record di 12-1 nella stagione regolare, unendosi a Oklahoma e USC come gli unici programmi a perdere quell’anno. Gli allenatori e i sondaggi AP avevano USC e LSU come squadre al primo posto, ma il sistema BCS ha inserito Tigers e Oklahoma nell’incontro per il titolo nazionale. La difesa di Will Muschamp è stata preparata per l’attacco ad alta quota di Bob Stoops e Jason White. Hanno tenuto i Sooners a 14 punti, con Marcus Spears che ha persino intercettato la casa.

Gli uragani di Miami – 2001

Disco: 12-0 | Cantieri consentiti/Gioco: 270,9 (6°) | Punti Consentiti/Gioco: 9.4 (1°) | Giocatori draftati: 14 | chiusure: 3 | Vincitori del premio: Nessuno

Anche se questa lista non fosse in ordine cronologico, avrei tenuto il meglio per ultimo. Questa difesa degli Hurricanes era così talentuosa che mandarono 10 (TEN) giocatori nella NFL attraverso il primo round del draft dal 2002 al 2005. Mentre la sezione “giocatori scelti” sopra include solo i giocatori nella tabella di profondità a due profondità per evidenziare i contributori chiave, questa difesa vedrebbe 21 futuri reclutati della NFL da capogiro. Solo per citarne alcuni: Ed Reed, Sean Taylor, Antrel Rolle, Vince Wilfork e Jonathan Vilma.

In rotta verso il quinto titolo nazionale del programma, gli Hurricanes hanno generato 4,1 palle perse a partita. Quello era poco meno di un fatturato in più rispetto alla squadra seconda. Miami affronterebbe il Nebraska al quarto posto nella classifica natty. I Cornhuskers avevano una media di 37,4 punti (settimo) e 451,2 iarde (12a) diretti alla gara, ma gli Hurricanes si sono rivelati troppo da gestire. La difesa di Miami ha concesso solo 259 yard e 24 punti, con James Lewis che ha aiutato l’attacco con un pick-sei.

Le difese più spaventose in CFB dal 2000 | Menzioni d’onore

  • Notre Dame – 2012
  • Florida – 2012 e 2006
  • Virginia Tech – 2006
  • Stato dell’Ohio – 2002
  • Oklahoma – 2000

By admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.